catena_moto

La trasmissione finale delle moto è un organo di fondamentale importanza, in quanto ad essa è demandato il compito di trasferire l'energia prodotta dal motore alla ruota posteriore.

Gli sforzi ai quali una trasmissione di tipo a catena (la più diffusa sulle moto) deve resistere, sono molteplici - trazione, torsione, flessione, taglio - e le forze in campo hanno valori molto elevati.

I kit catena/corona/pignone di ultima generazione sono molto più performanti e longevi di quelli prodotti una decina di anni fa, tuttavia essendo tali componenti costantemente esposti all'azione dello sporco e degli agenti atmosferici, occorre una scrupolosa manutenzione ordinaria per allungare il più possibile la durata degli stessi.

Raggiunto un certo chilometraggio, che generalmente di aggira intorno ai 30.000 km, l'usura dei componenti produce un aumento della rumorosità e fastidiose vibrazioni che si ripercuotono inevitabilmente anche sull'albero secondario del cambio. Quando ciò avviene occorre dunque procedere con la sostituzione dell'intero kit trasmissione.

L'operazione può essere effettuata autonomamente, a patto però di utilizzare l'attrezzatura specifica e non utensili di fortuna che possono danneggiare i nuovi componenti ancor prima di finire il lavoro. Fondamentale per la sicurezza del motociclista è la corretta ribaditura della nuova catena, al fine di scongiurare i danni derivanti da una apertura accidentale della stessa durante la marcia.

In questa guida ti spiegherò quali sono i passaggi da effettuare per sostituire la catena di trasmissione in totale autonomia, senza bisogno dunque di rivolgerti ad un meccanico professionista.

ATTREZZATURA NECESSARIA

Per effettuare agevolmente e rapidamente le operazioni di smontaggio e rimontaggio degli organi di trasmissione, devi procurarti l'utensileria specifica. Per realizzare questa guida ho usato la seguente attrezzatura:

MATERIALI NECESSARI

  • Kit catena/corona/pignone;
  • Fermo di sicurezza (nuovo) per pignone;
  • Rotolo carta da officina o panno pulito;

ISTRUZIONI

  1. Metti la moto su un cavalletto posteriore in modo che sia perfettamente verticale e che la ruota motrice stia sollevata da terra;moto su cavalletto posteriore
  2. Se la moto è carenata, rimuovi il pannello inferiore della carena (quello dal lato della trasmissione) e tutto ciò che impedisce l'accesso al pignone, come ad esempio il serbatoio del liquido refrigerante e il coperchio pignone;rimozione pannello carena moto
  3. Scegli uno spinotto della catena da estrarre tramite l'uso dello smagliacatena. Prima di procedere con la rimozione, ti consiglio di smerigliare la ribaditura tramite l'utilizzo di una lima rettangolare, operazione che ti faciliterà la fase successiva di estrazione. Servirà inoltre ad evitare rotture accidentali dello smagliacatena;limatura ribaditura catena moto
  4. Estrai lo spinotto tramite l'uso dello smagliacatena. Io ho acquistato ed utilizzato l'utensile 9505 della Ognibene, di cui proprio qualche giorno fa ho scritto la recensione completa di istruzioni per l'uso;taglio catena moto con smagliacatena
  5. Rimuovi la ruota posteriore ;
  6. Rimuovi la vecchia corona svitando i bulloni di ritegno autobloccanti;
  7. Pulisci le superfici di contatto fra corona e cerchio con della carta da officina o con un panno pulito;pulizia attacchi corona cerchio moto
  8. Installa la nuova corona, quindi serra i dadi autobloccanti in passate successive e procedendo in maniera incrociata;serraggio chiave dinamometrica dadi corona trasmissione moto
  9. Allenta i registri catena portandoli al minimo, quindi installa nuovamente la ruota posteriore sulla moto serrando provvisoriamente il bullone asse ruota ;
  10. Rimuovi il fermo di sicurezza del pignone, quindi inserisci la prima marcia e procedi con lo svitamento del dado di ritenuta tramite l'uso di una chiave a bussola e di un cricchetto;pignone moto
  11. Installa il pignone nuovo, ponendo attenzione al verso e serrando il dado di ritenuta alla coppia consigliata dalla casa madre. Ricordati di utilizzare un nuovo fermo di sicurezza.
  12. Installa la nuova catena facendola scorrere in sede in senso antiorario. Inizia dalla corona (parte superiore);installazione catena moto
  13. Procedi all'avvicinamento reciproco delle due estremità della catena, quindi inserisci il giunto opportunamente lubrificato e completo degli o-ring contenuti nella confezione (2 per lato);giunto catena moto
  14. Installa la piastrina e procedi con la chiusura della nuova catena utilizzando l'attrezzo ribaditore. Io ho acquistato e utilizzato l'utensile 10-9510 della Ognibene. Fai attenzione a non serrare troppo forte le viti del ribaditore, potresti danneggiare la maglia da ribattere. Al termine della procedura verifica con l'uso del calibro che i due spinotti del giunto si siano allargati di almeno 0,4 - 0,6 mm;ribaditura catena moto
  15. Procedi ora con l'allineamento della ruota posteriore e con il tensionamento della catena tramite gli appositi registri posti alle estremità del forcellone;
  16. Effettua il serraggio del dado asse ruota alla coppia specificata sul manuale d'officina;
  17. Rimonta il coperchio pignone, il serbatoio del liquido refrigerante ed il pannello carena;nuova catena trasmissione moto montata

Sicuramente ti sarai accorto che la catena nuova è già ingrassata. Ciò significa che per i primi 300-500 km non è necessaria alcuna lubrificazione salvo uso sotto l'azione della pioggia, su asfalto bagnato e/o in zone particolarmente polverose.

A questo punto non devi fare nient'altro, solo salire in moto ed effettuare un bel giro di rodaggio. Ti suggerisco di andare a velocità moderata per i primi 50 km in modo tale da favorire il corretto accoppiamento degli organi di trasmissione. Dopo uno o due km fai una breve sosta per assicurarti che il giunto sia perfettamente al suo posto. Un saluto e al prossimo tutorial !

GUARDA IL VIDEOTUTORIAL

© RIPRODUZIONE RISERVATA