eicma_top_five_2016

Dimmi tutto ciò che vuoi, ma secondo me la Ducati SuperSport S non è la moto più bella del salone EICMA 2016 di Milano. Non me ne vogliano il bravo Julien Clement, Designer della nuova "rossa bolognese", e i lettori di Motociclismo, ma i gusti sono gusti ! Non dico che sia brutta, ma semplicemente che all'interno del salone ho trovato motociclette esteticamente più interessanti.

Piuttosto collocherei la nuova SS in vetta alla classifica dei modelli 2017 più intelligenti. Chi scrive è infatti un motociclista con le sportive nel cuore, che dopo dieci anni di uso prettamente stradale della sua R6, ha capito che per strada è meglio guidare altro. Ben vengano quindi soluzioni razionali e polivalenti come la  SuperSport che promette emozioni e comfort in marcia.

Riguardo invece alla 1299 Superleggera, lei si che meriterebbe il titolo di "moto più bella", ma va detto che esteticamente poco aggiunge alla Panigale standard, già vincitrice nel 2011. Per questo motivo ho deciso di non inserirla nella mia classifica personale. Rimane naturalmente un esempio di alta ingegneria che nessuno finora è riuscito ad eguagliare - neanche BMW Motorrad con il suo concept HP4 Race -, e di cui pochi motociclisti riescono a percepirne l'elevato livello tecnico.

Dopo questa breve premessa ti starai probabilmente chiedendo qual è secondo me la regina del Salone EICMA 2016 di Milano. Se devo essere sincero eleggere una vincitrice su tutte mi risulta un pò difficile, soprattutto fra moto diverse per vocazione e budget. Mi chiedo infatti come possono, una naked o una sportiva da 20/30.000, essere paragonate a una enduro stradale da 8/12.000 €, o peggio ancora a uno scooter da 3/5.000 €. Mistero ! Ma dato che la rassegna meneghina si è ormai conclusa e tutti stanno li a tirar le somme, voglio farlo anch'io e stilare la mia personale classifica con le top five dell'edizione 2016 di EICMA. Buona lettura !

EICMA 2016 - TOP 5

5° HONDA CBR1000RR FIREBLADE - Sono un motociclista con le sportive nel cuore dicevo qualche rigo sopra, pertanto il quinto posto ho deciso di riservarlo a una moto sportiva, nello specifico alla Fireblade che ho trovato davvero interessante. Look più aggressivo e rifiniture di ottimo livello. Certo nulla a che vedere con le moto italiane, ma la nuova CBR1000RR si difende bene e trovo che sia la giapponese più bella attualmente in commercio. Fra le tre presentate da Honda sceglierei naturalmente la SP2 (portafogli permettendo).honda cbr1000rr fireblade 2017

4° FANTIC CABALLERO - Un nome, un mito ! Una moto da regolarità che ha fatto sognare gli adolescenti degli anni 70/80 e che l'azienda veneta ha deciso di resuscitare, reinterpretandola in chiave scrambler. Quale momento migliore per farlo se non quello attuale, sfruttando la strada aperta da Ducati due anni fa con lo Scrambler 800 ? Le 30.000 unità vendute sono un ottimo incentivo per le aziende, e la scelta di utilizzare delle cilindrate medio-piccole potrebbe fare la differenza in tempi di vacche magre come quelli attuali.

Le moto portate a EICMA da Fantic sono i due concept Dual e Flat Track equipaggiati per l'appunto con motore monocilindrico 4T da 500cc, ma arriveranno anche nelle cilindrate 125 e 250cc. Design veramente gradevole, in quanto si rifanno esteticamente alle celebri Caballero prodotte dal 1969 al 1981. Spero soltanto che il processo di industrializzazione non ne riduca il livello qualitativo.fantic caballero dual 500

3° BENELLI LEONCINO - Mi era giá piaciuta l'anno scorso, ma si trattava di un concept all'epoca, ed è risaputo che la fase di industrializzazione impone delle scelte che possono mutare i connotati del prodotto. La Leoncino è invece rimasta quasi del tutto fedele al suo prototipo, pertanto confermo le sensazioni avute l'anno scorso: ottima qualità costruttiva, rifiniture eccellenti e design piacevole. Una moto che ha tutte le carte in regola per ottenere un buon successo commerciale a patto che il prezzo sia interessante come promesso dal Direttore Commerciale Benelli, Gianni Monini, nel video che ho pubblicato un paio di giorni fa sul canale. L'unica cosa che cercherei di migliorare sono le colorazioni che, a mio modesto parere, non rendono giustizia alla piccola scrambler italo-cinese.benelli leoncino trail 2017

2° KTM 1290 SUPER DUKE R - I designer della casa di Mattighofen hanno fatto un lavoro eccellente. Bellissimo il nuovo minaccioso frontale caratterizzato dall'inedito proiettore a led. Sembra ispirato alla faccia di un insetto. Altrettanto piacevole il telaietto posteriore a traliccio, ora del tutto a vista. Una scelta quest'ultima che rafforza il concetto di naked e che sarà molto apprezzata da chi, come me, ama vedere le parti meccaniche purchè queste abbiano anche funzione estetica. E poi le livree davvero accattivanti, in particolar modo quella in bianco, grigio e arancione, visibile nella foto in basso. Insomma un prodotto che mi ha convinto !ktm 1290 super duke r 2017

THE WINNER IS MV AGUSTA DRAGSTER 800 RC - Visto il successo dell'articolo che le ho dedicato, mi aspettavo di rimanere letteralmente "folgorato" dalla nuova Turismo Veloce RC. Invece ho trovato ancora più bella la Dragster RC. Sono sempre stato riluttante verso le moto con grafiche replica, ma la Dragster con livrea Reparto Corse è così bella da lasciare quasi senza fiato, tant'è che sono rimasto un quarto d'ora abbondante a sbavarle attorno. Una naked da sogno, no solo per la grafica, ma anche per l'incredibile compattezza, per le rifiniture e per la cura maniacale dei dettagli. Insomma la RC mi ha letteralmente conquistato, ed ho dunque deciso di eleggerla "regina del Salone EICMA 2016". L'unica cosa che cambierei è il prezzo (ovviamente al ribasso ! ).mv agusta dragster 800 rc

Leggi anche:

© RIPRODUZIONE RISERVATA